Scansione corporea

Tag

, , ,

Quanto siamo consapevoli del nostro corpo al livello delle “sensazioni”?

corpo macchinaTutti sappiamo di possedere un corpo, che ci permette di muoverci nello spazio e di interagire con il mondo circostante. Ma viviamo questo corpo quasi come una “macchina” al nostro servizio, quasi come se la nostra mente la comandasse, al di sopra di esso; oppure “abitiamo” il nostro corpo, lo sentiamo e lo percepiamo in ogni sua parte, periferica e interna?

Secondo la Bioenergetica “noi siamo il nostro corpo”, il corpo è ciò che ci identifica agli occhi degli altri e anche ai nostri. Tutti i nostri pensieri si fondano su sensazioni corporee ed emozioni: senza queste ultime non esistono i pensieri, mentre sensazioni disturbate comportano un processo di pensiero altrettanto disturbato.

Prendiamoci un attimo per riflettere: nell’arco di una giornata, per quanto tempo siamo veramente consapevoli del corpo, delle sensazioni corporee? E lo percepiamo nella sua interezza o prevale qualche sua parte rispetto ad altre? Le sensazioni avvertite sono di tensione o di rilassamento?

Sempre secondo la Bioenergetica, le tensioni corporee, soprattutto quelle croniche, sono causate dalle esperienze di vita incontrate durante la crescita, e spesso hanno la funzione di “trattenere” un movimento o un’emozione (a volte racchiudono in sé anche dei ricordi). È quindi importante contattare queste tensioni, che tutti abbiamo, perché una parte del corpo contratta in modo cronico è una parte di noi alla quale non possiamo accedere e questo mina il nostro benessere e la nostra libera espressione nel mondo.

percez coporeaPossiamo prenderci il tempo di eseguire un “ceck-up” corporeo e portare attenzione al nostro corpo partendo dai piedi. Come li sentite? Caldi? Freddi? Tesi? Rilassati? E le gambe e le ginocchia? Queste parti del corpo hanno a che fare con il senso di stabilità, di radicamento e di sicurezza, per cui le sensazioni che vi incontriamo dicono qualcosa su questi aspetti di noi e su quanto ci sentiamo individuati e pronti a sostenere la nostra identità di fronte a noi e agli altri.

Possiamo spostare l’attenzione al nostro bacino e al pavimento pelvico. Questa zona è la sede della sessualità, ed è un punto di snodo energetico e somatico, collegando o dividendo la parte superiore (deputata alle funzioni di carica) e quella inferiore del corpo (deputata alle funzioni di scarica energetica). Come percepiamo il bacino? Ne abbiamo una qualche sensazione? Oppure no? Lo percepiamo rigido, teso; oppure rilassato e “fluido”? Quale altra sensazione potete scovare? Registrate, ricordando che ciò che percepite dice qualcosa di come trattate la vostra sessualità e la sua espressione e di quanto siete collegati o meno con le funzioni di scarica del vostro organismo.

Spostiamo l’attenzione alla pancia e percepiamo se si muove al ritmo del respiro o se rimane ferma o poco mobile. Potete sentire che si allarga quando inspirate e che si sgonfia quando espirate; o percepite un altro tipo di movimento e di ritmo? Trovate qualche tensione superficiale o profonda nella vostra pancia? Percepite qualche movimento o rumore? La pancia è la sede di molte delle nostre emozioni e rappresenta la parte più morbida del nostro corpo. Può essere considerata la sede del nostro vero Sé, nostro centro energetico ed emozionale. Tensioni e disturbi alla pancia e all’intestino indicano un rapporto problematico con le emozioni che racchiude, soprattutto il dolore profondo.

Spostiamo l’attenzione al petto e osserviamo anche qui se si muove al ritmo del respiro o se rimane fermo o poco mobile. Prendiamone atto senza giudicare. Possiamo anche notare se il petto tende ad essere espanso verso l’esterno o se invece è come “collassato” verso il centro del corpo. Affrontiamo la vita “di petto” o ci ritraiamo e proteggiamo il nostro cuore da qualche ferita? Il petto, oltre ad avere una funzione nella respirazione, ha a che fare con il senso di apertura/chiusura verso il mondo e con quanto possiamo tenere il cuore aperto verso gli altri o quanto lo proteggiamo con una “corazza”.

Ora ascoltiamo la gola; possiamo anche provare ad emettere un leggero suono. Che sensazione ne abbiamo? La gola è aperta e il suono passa facilmente o troviamo tensione e il suono irrita la gola mentre esce? Un nodo alla gola può rappresentare un pianto trattenuto, e in generale tensioni in questa zona hanno a che fare con la mancata espressione di una parte di noi. Ci stiamo trattenendo o non stiamo dicendo. Perché?

Passiamo alla nuca e al collo. Troviamo tensioni? Esse sono alla base del collo o all’attaccatura del collo col cranio? Il collo è una via di comunicazione tra testa e corpo, e le tensioni possono indicare un disturbo in questo flusso comunicativo. Possiamo essere troppo impulsivi o troppo razionali, dando più importanza al pensiero che alle sensazioni corporee. Oppure possiamo essere persone abituate ad avere tutto sotto controllo: se devo controllare, il collo e la schiena si devono irrigidire per stare “all’erta”.

Portiamo attenzione al volto. È teso o rilassato? Sentiamo che stiamo indossando una “maschera” o sentiamo che il volto rispecchia ciò che sentiamo? Come percepiamo gli occhi? La mandibola è tesa o rilassata? Una tensione mandibolare può avere a che fare con aggressività trattenuta.

E la schiena? Come la percepiamo? Rilassata e flessibile oppure tesa e rigida? Lungo la schiena passa il flusso aggressivo e una schiena flessibile permette all’aggressività di essere disponibile in basso per la scarica e in alto per la carica e la soddisfazione dei bisogni. Una schiena “flaccida” non ci sostiene nell’andare nel mondo e nell’affermarci. Se è troppo rigida può capitare di affermarci troppo energicamente oppure può indicare che stiamo trattenendo parte del nostro potenziale aggressivo.

Le braccia come le sentiamo? Vitali, appese, flaccide? E le mani? Queste parti del corpo ci permettono di raggiungere il mondo e ci aiutano a porre dei limiti. Tensioni o flaccidità possono indicare difficoltà a protendersi verso il mondo e a porre dei limiti nei suoi confronti.

Cerchiamo di vivere questo viaggio attraverso il nostro corpo come un’esplorazione che ha l’intento di accogliere, senza giudicare, ciò che incontriamo. Noi siamo il nostro corpo, e accogliere il suo stato in questo momento ci permette di conoscerci, connetterci alla nostra realtà per poi poter da qui modificare ciò che ci impedisce di essere pienamente noi stessi.

Il primo passo in Bioenergetica è la consapevolezza di sé, che passa dalla consapevolezza corporea.

consap coporeoa

Psicoterapia di gruppo

IL CERCHIO DELLA VITA

vite in cerchio e circolazione di vitalità

volantino - cerchio della vita 2

Parte, a fine Febbraio 2019, un percorso di Psicoterapia di Gruppo con incontri a cadenza mensile. Il percorso è indirizzato a pazienti già in terapia individuale, interessati ad approfondire le proprie tematiche in un setting di gruppo e attraverso l’aiuto degli altri partecipanti. Ogni incontro avrà una durata di 5 ore. E’ richiesta la presenza a tutto il percorso, con la possibilità di interrompere ad ogni momento, previo un ultimo incontro di “restituzione” e di saluto al gruppo.

Il percorso sarà condotto dal Dott. Simone Giorgi, psicologo e psicoterapeuta Bioenergetico, e dalla Dott.ssa Elisabetta Galaverni, psicologa e psicoterapeuta della Gestalt. Verranno perciò utilizzate tecniche psico-corporee ed espressive, con l’intento di svolgere un lavoro “olistico”, che comprenda gli aspetti psichici, corporei ed espressivi della persona.

PERCHE’ UNA PSICOTERAPIA DI GRUPPO?

Il “setting” di gruppo è uno strumento potente nel favorire la presa di consapevolezza di aspetti di sé che il un lavoro di psicoterapia individuale emergono più lentamente, proprio grazie alla presenza di altri partecipanti che fungono in qualche modo da “specchio”, permettendoci di “vedere” più chiaramente noi stessi. Il gruppo, nel suo divenire, permette l’attivazione di fattori terapeutici specifici: empatia, rispecchiamento, risonanza, condivisone di esperienze, sostegno reciproco, ecc… Unito ad un percorso individuale permette di “velocizzare” il lavoro terapeutico, proprio grazie al maggior numero di stimoli che il gruppo offre. Il gruppo può essere considerato, a livello simbolico, come una famiglia, per cui diviene il contesto di elezione per rivedere e superare in modo più funzionale le problematiche incontrate nella propria storia che rendono difficile, nel qui ed ora, il raggiungimento di un soddisfacente benessere personale.

DOVE: la terapia di gruppo avrà luogo a Bologna, in Via Caduti di Casteldebole 70.

INFORMAZIONI ED ISCRIZIONI:

Dott. Simone Giorgi _ Tel: 348 73 66 685; e-mail: simogi18@libero.it

Dott.ssa Elisabetta Galaverni _ Tel: 329 03 65 478; e-mail: elisabetta.galaverni@libero.it

VOLANTINO: volantino – cerchio della vita 2

“Far luce nelle zone d’ombra”

Tag

, , ,

SABATO 17 NOVEMBRE

SEMINARIO ESPERIENZIALE

“FAR LUCE NELLE ZONE D’OMBRA”

INVITO CAFFE' MACCHIATO

Ciò che conosciamo di noi è solamente una parte, e forse piccolissima, di ciò che siamo a nostra insaputa” (Luigi Pirandello)

CHI CONDUCE:

Dott.ssa Elisabetta Galaverni, Psicologa e Psicoterapeuta della Gestalt ed esperienziale

Dott. Simone Giorgi, Psicologo e Psicoterapeuta Bioenergetico

DOVE SI SVOLGE: Via Caduti di Casteldebole 70 – Bologna

A CHE ORA: 14 – 19

QUANTO COSTA: € 55,00

COME ISCRIVERSI: Per informazioni e iscrizioni contattare

Elisabetta Galaverni: 329 0365478 / elisabetta.galaverni@libero.it

Simone Giorgi: 348 7366685 / dr.simone.giorgi@gmail.com

Le iscrizioni chiuderanno Giovedì 15 Novembre

Recupero Seminario gratuito “Persona”

Tag

, , , , , ,

SABATO 27 OTTOBRE

in occasione della Giornata Nazionale della Psicologia

SEMINARIO ESPERIENZIALE GRATUITO

“PERSONA: diamo voce alle nostre risonanze”

persona

Quest’anno il Consiglio Nazionale degli Psicologi indica il tema: “Ascoltarsi e Ascoltare / La Persona al Centro della propria Vita”
Il seminario che proponiamo sarà dunque centrato, attraverso esperienze corporee ed espressive, sull’importanza di un ascolto più profondo e autentico di noi stessi: cercheremo di cogliere e di comprendere i suoni, i ritmi e le voci della nostra interiorità, così come le risonanze che emergono incontrando gli altri. Poiché una migliore consapevolezza del proprio “essere persona” (una costellazione di emozioni, immagini, idee, sensazioni) consente una sintonia più facile e naturale con le persone che attraversano la nostra vita.
CHI CONDUCE:
Dott. Simone Giorgi, Psicologo e Psicoterapeuta Bioenergetico                                          Dott.ssa Elisabetta Galaverni, Psicologa e Psicoterapeuta della Gestalt

DOVE SI SVOLGE: Via Caduti di Casteldebole 70 – Bologna (c/o Dott.ssa Galaverni)

A CHE ORA: 15 – 18

COME ISCRIVERSI: Per informazioni e iscrizioni contattare
Elisabetta Galaverni: 329 0365478 / elisabetta.galaverni@libero.it
Simone Giorgi: 348 7366685 / simogi18@libero.it

Il seminario si attiverà al raggiungimento del numero minimo di partecipanti
Iscrizioni entro giovedì 25 ottobre

VOLANTINOASCOLTA – 27 ottobre

Intensivi Classi di Esercizi – REGGIO EMILIA

Tag

, , , , , , , ,

Ciclo di Intensivi di Classi di Esercizi di Bioenergetica

“LE STRUTTURE CARATTERIALI”

caratteri

Proponiamo un ciclo di Classi di Esercizi di Bioenergetica consistente in 5 incontri “intensivi” della durata di 3 ore ciascuno.
Ogni incontro sarà incentrato su una delle strutture caratteriali individuate dalla Bioenergetica (schizoide, orale, psicopatico, masochista, rigido) e mirerà ad un lavoro corporeo diretto su quei distretti che risultano maggiormente esposti (sottoposti) alla tensione in quel particolare carattere.
Ogni incontro vuole essere un’occasione per entrare prima di tutto maggiormente in contatto col proprio corpo (nei suoi aspetti piacevoli e spiacevoli) e un’occasione per incontrare e accogliere quegli aspetti di ogni “carattere” presenti in ciascuno di noi.
Rimane l’obiettivo generale delle Classi di Esercizi di migliorare il contatto con se stessi, col respiro, con gli altri, e di trovare metodi nuovi per stare meglio con se stessi.

DOMENICA 14 OTTOBRE 2018
“Il carattere schizoide”

DOMENICA 28 OTTOBRE 2018
“Il carattere orale”

DOMENICA 11 NOVEMBRE 2018
“Il carattere psicopatico”

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2018
“Il carattere masochista”

DOMENICA 16 DICEMBRE 2018
“Il carattere rigido”

DOVE
Le Classi di Esercizi si terranno presso lo “SPAZIO 10” in via Verdi 10, Cadelbosco Sopra, Reggio Emilia

ORARIO:
Le Classi si Esercizi avranno luogo dalle ore 10.00 alle ore 13.00

COSTI:
Il costo dell’intero Ciclo di Classi è di 180 Euro.

CONTATTI:
Dott. Simone Giorgi, Psicologo – Psicoterapeuta Bioenergetico
Tel. 348 73 66 685
E-mail: simogi18@libero.it
Sito web: simonegiorgi.net
Dott.ssa Elena Casoli,  Psicologa – Psicoterapeuta Bioenergetica
Tel. 349 66 36 581
e-mail: elecaso@gmail.com
Sito web: http://www.elenacasoli.it

VOLANTINOVolantino intensivo classi reggio emilia

#CheVivaLowen

Tag

, , , , , ,

siab

GIOVEDI’ 25 OTTOBRE 2018

LE RADICI DELLA PSICOTERAPIA CORPOREA

“Seminario Teorico-Esperienziale in memoria di Alexander Lowen” (1910 – 2008)

lowen3

La Siab vuole ricordare in questa giornata il padre fondatore dell’Analisi Bioenergetica a distanza di 10 anni dalla sua scomparsa. L’iniziativa si inserisce nel ciclo di eventi ideati quest’anno (#CheVivaLowen) per onorare non solo la memoria di Alexander Lowen ma anche la preziosa eredità che ci ha lasciato. Sarà quindi un’occasione di scambio e dialogo che potrà interessare tutti i terapeuti e gli operatori sociali interessati al corpo e ai suoi “segreti”, la comunità bioenergetica e non solo.

Interverranno: Christoph Helferich (Psicoterapeuta e Didatta Siab); Federica Bonezzi (Psicoterapeuta Siab); Amalia Hernandez (Psicoterapeuta Siab); Simone Giorgi (Psicoterapeuta Siab, Coordinatore Progetto di Sostegno Psicologico Siab Emilia-Romagna); Federica Vano (Psicoterapeuta Siab).

PROGRAMMA

Ore 17.00 : Accoglienza

Ore 17.15 : Alexander Lowen e l’Analisi Bioenergetica

Ore 18.00 : workshop “Il respiro e il Grounding”

Ore 18.45 : workshop “Il contatto che cura”

Ore 19.30 : discussione e conclusione

Il Seminario si terrà a BOLOGNA presso il Centro Natura, Via degli Albari 4a

LA PARTECIPAZIONE E’ GRATUITA E APERTA A TUTTA LA CITTADINANZA.

Per informazioni: 348 73 66 685 – E-mail: sostegnopsicologico.er@gmail.com

“STUDIO APERTO” nel mese di Ottobre

Tag

, , , , , , , , ,

GIORNATA NAZIONALE DELLA PSICOLOGIA E “STUDI APERTI”

giornata psico

L’Ordine degli Psicologi dell’Emilia Romagna, in occasione della giornata nazionale della Psicologia, propone l’iniziativa degli “studi aperti” durante tutto il mese di Ottobre. L’iniziativa offre la possibilità di ricevere una prestazione psicologica gratuita presso gli studi degli psicologi che vi aderiscono.

Il Dott. Simone Giorgi aderisce all’iniziativa e riceve:

dal lunedì al martedì a Bologna, presso l’Associazione Klaria, in Via S. Giuliano 13

dal mercoledì al venerdì nello studio a Castel San Pietro Terme (Bo), in Via C.A. Dalla Chiesa 18

Si riceve previo appuntamento: Tel. 348 73 66 685 / E-mail: simogi18@libero.it

11568818 - door open on green field for environmental concept and idea

CICLO DI SEMINARI ESPERIENZIALI – BOLOGNA

Tag

, , , ,

CAFE’ PSICHOLOGIQUE

(Ottobre 2018 – Febbraio 2019)

caffe

Ti proponiamo un ciclo di Seminari Esperienziali. Li consideriamo e li chiamiamo COFFEE-BREAK: momenti di riflessione, di ricarica, di consapevolezza, per spezzare il tran-tran di un lungo mese.

Li condividerai con altri, sorseggiando emozioni e riflessioni. I nostri caffè sono dolci e amari, lunghi e ristretti, corretti e scorretti.

Ogni seminario sarà centrato su un aspetto del nostro “essere umani”. Ogni tema verrà approfondito tramite tecniche gestaltiche e psico-corporee al fine di apprendere, attraverso l’esperienza, qualcosa di più su noi stessi.
I COFFE-BREAK sono indipendenti l’uno dall’altro. Potrai scegliere il caffè che più ti piace, ma sarà possibile, anzi auspicabile, provare ad assaporarli tutti, per scoprire la miscela che davvero ti soddisfa.

 

CHI CONDUCE:

Dott. Simone Giorgi, Psicologo e Psicoterapeuta Bioenergetico

Dott.ssa Elisabetta Galaverni, Psicologa e Psicoterapeuta della Gestalt ed esperienziale

DOVE SI SVOLGE: Via Caduti di Casteldebole 70 – Bologna
A CHE ORA: 14 – 19
QUANTO COSTA: € 55,00 per ogni incontro di 5 ore
COME ISCRIVERSI:  Per informazioni e iscrizioni contattare
Simone Giorgi: 348 7366685 / simogi18@libero.it
Elisabetta Galaverni: 329 0365478 / elisabetta.galaverni@libero.it
Le iscrizioni ad ogni incontro si chiuderanno il lunedì antecedente la data dello stesso

Per maggiori informazioni sui Seminari scaricare il volantino: CAFE’ PSYCHOLOGIQUE

Seminari Bioenergetici a Reggio Emilia

Tag

, , , , , ,

CICLO DI SEMINARI BIOENERGETICI 

emotivo

Un ciclo di incontri di gruppo che parte dalla consapevolezza
di sé stessi e del proprio corpo e fornisce strumenti per
regolare in modo più efficace le proprie emozioni, per poterle
percepire e esprimerle con maggiore padronanza.
La salute emozionale è indice di flessibilità personale e
rappresenta la capacità di adattarsi e essere padroni di sé e
del proprio ambiente. I disturbi emozionali, al contrario, sono
il segnale di un arresto e possono interferire significativamente
sul benessere e nelle relazioni sociali. Si lavorerà attraverso
lo strumento del lavoro di gruppo e dell’utilizzo delle tecniche
psico corporee dell’ Analisi Bioenergetica.

E’ consigliata la partecipazione all’intero ciclo ma è possibile
partecipare anche ai singoli seminari.

SABATO 31 MARZO

“NOI SIAMO IL NOSTRO CORPO”

 

SABATO 14 APRILE

“LE EMOZIONI E IL CORPO”

 

SABATO 5 MAGGIO

“CORPI IN RELAZIONE”

I Seminari si terranno presso il Centro Studi Irideyoga
a Cadelbosco Sopra (RE) in via Molino Traghettino, 3 – Dalle ore 9.00 alle ore 13.00
COSTO: 55 euro per singolo incontro ( 150 euro per l’intero ciclo)
Per informazioni e iscrizioni:
Dott.ssa Elena Casoli, Psicologa – Psicoterapeuta Bioenergetica
Tel. 3496636581 E-mail: elecaso@gmail.com
Dott. Simone Giorgi, Psicologo – Psicoterapeuta Bioenergetico
Tel. 348 7366685 E-mail: simog18@libero.it

volantino SEMINARI reggio (1)